ORTOPEDIA2000 - 15/12/2018.        NEWS: ultima news: .       Visita la sezione ALBUM, ultimo evento: .       DOCUMENTI - Infermieri, ultima pubblicazione: 103°Congresso SOTIMI -Programma definitivo.       Registrati al Forum e alla MailingList.
Sei il Visitatore
numero:190327
Ultimo aggiornamento: 13/12/2018

Le onde d'urto nelle patologie ortopediche

La Terapia ad Onde d'Urto Extracorporee (Extracorporeal Shock Wave Therapy – ESWT), rappresenta un nuovo metodo di trattamento per le patologie, spesso croniche, degli organi di sostegno e movimento. L'ESWT mette da qualche tempo nelle mani degli specialisti ortopedici un valido strumento per il trattamento di sindromi dolorose croniche come la Tendinopatia calcifica di spalla, le Epicondilopatie del gomito, la Spina calcaneare, la Pubalgia , ecc. Ulteriori indicazioni sono le patologie ossee come Pseudartrosi e Necrosi ossee (Necrosi Asettica della Testa del Femore) , e si assiste, continuamente, all'allargarsi delle indicazioni ad altre patologie ortopediche.

 

Inizialmente di esclusivo appannaggio in campo urologico, dall'inizio degli anni '90, l'applicazione delle onde d'urto è stata estesa al tessuto osseo ed ai tessuti molli.

Le basi teoriche sono rappresentate dalle modificazioni della permeabilità delle membrane nelle cellule poste nel “fuoco terapeutico” e dalle conseguenze dell'iperstimolazione neurogena, con effetto analgesico ed antinfiammatorio. Osteogenesi e riassorbimento dei depositi calcifici richiedono invece l'impiego di energie elevate.
Il rispetto delle indicazioni terapeutiche, la corretta localizzazione del tessuto da trattare ed il relativo posizionamento della testa terapeutica permettono di escludere complicazioni derivanti dall'impiego dell'ESWT.

Le onde d'urto sono indicate nelle seguenti patologie:

-tendinopatie calcifiche e non della spalla
-epicondilite o “gomito del tennista”
epitrocleite o “gomito del golfista”
-rizartrosi
-pubalgie
-ginocchio del saltatore
-spina calcaneare
-tendinite dell'achilleo
-metatarsalgie
-calcificazioni eterotopiche
-coccigodinia
-ritardi di consolidazione delle fratture
-necrosi ossee (necrosi asettica della testa del femore)

L'ONDA D'URTO, è un'onda acustica ma, a differenza delle altre onde sonore utilizzate in medicina, non è un'onda continua.







Macchinario per onde d'urto

 

In via sperimentale:

-gonartrosi e coxartrosi  (nelle fasi iniziali)
-dito a scatto (nelle fasi iniziali)


POSIZIONAMENTO DEL MACCHINARIO IN ALCUNE PATOLOGIE

 

Presso l'Unità Operativa Complessa di Ortopedia dell'Azienda Ospedaliera “V. Monaldi” di Napoli, fa 2000 è attivo il Centro di Terapia con Onde d'Urto per il trattamento delle patologie ortopediche e urologiche.

Per informazioni contattare il Dott. G. De Pace (0817062776/0817064001/0817064279/3475579714)

e-mail: giuseppe.depace@ospedalemonaldi.it

 

 

 

 Link Utili:
 Registrati al: